VIDEO LEZIONE GRATIS - GIORNO TRE

 

Corso
75%

Nella lezione di oggi ti mostro come implementare il Compressore nella nostra catena effetti per ottenere un suono pulito ricco di attacco, con una lunga coda ed immerso in un ambiente ricco di atmosfera. In queste ultime due lezioni vedremo infatti due esempi tratti dalla seconda parte del Corso di Chitarra: Suoni ed Effetti, che ti torneranno sicuramente utili.

Questo tipo di sonorità l’avrai sentita moltissime volte nel suono clean di chitarristi come Jeff Beck o Mark Knopfler, un setup dove il compressore è fondamentale per esaltare l’espressività che i grandi artisti sanno tirare fuori dalla propria sei corde.

Il setup è molto semplice e richiede solamente 3 effetti:

  1. Compressore
  2. Delay
  3. Riverbero

Il compressore è l’elemento essenziale per tirare fuori tutte quelle sfumature che altrimenti andrebbero perse. Verrà regolato in modo da enfatizzare molto sia l’attacco della nota – grazie al controllo Attack – sia la coda grazie al controllo di Sustain. Aumenteremo anche il livello del Volume per permettere alle piccole sfumature di emergere.

Il delay digitale è il secondo pedale in ordine di importanza, servirà infatti a prolungare il suono grazie alle poche – ma fondamentali – ripetizioni che avremo su ogni frase. In questo caso andremo ad emulare il suono scuro di un Tape delay, caratteristica essenziale affinché le ripetizioni non siano troppo distinte, con un tempo di circa 570 ms impostando la suddivisione a quarti.

Il riverbero infine proietterà il nostro suono in un ambiente molto caro agli amanti dei riverberi vintage, come il Plate Reverb qui emulato digitalmente dall’effetto a pedale. Ovviamente per una trattazione completa di questi ultimi due effetti dalle grandi potenzialità espressive ti rimando al primo volume del mio corso, dove troverai anche la spiegazione di altri 15 pedali.

Bene, ti invito a guardare il video in alto alla pagina e sperimentare subito questo primo setup – anche se non hai gli stessi modelli di pedale l’importante è assimilare bene i concetti alla base per poi creare il tuo suono.
Qui sotto trovi lo schema riassuntivo (clicca per ingrandire):

Corso di Chitarra Suoni Effetti

Lasciami un commento in fondo alla pagina, ci vediamo domani con l’ultimo video!

Buona Musica!

Leave a Comment